Chiudi

Cosa vuoi cercare?

Chiudi

nessun articolo da visualizzare

Product
QTÀ 0
0.00

Il mio account

I colori dell’ortofrutta di febbraio

Si parla spesso di alimentazione naturale e sana, cioè quella che fa bene alla salute del corpo e anche al pianeta in cui viviamo. È fondamentale comprendere quanto sia importante ciò che mettiamo in tavola. Nelle prossime righe ci concentreremo su frutta e verdura di stagione nel mese di febbraio e sui benefici di una dieta colorata. Continuate a leggere per saperne di più!

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di assumere 5 porzioni di frutta e verdura, meglio se di colore diverso:

  ROSSO - nei vegetali di questo colore sono presenti antocianine e licopeni, pigmenti che favoriscono il drenaggio dei liquidi e rinforzano l’apparato vascolare, e acido ellagico, un potente antiossidante

  BIANCO - negli ortaggi bianchi sono presenti numerose sostanze dal potere antibiotico e in grado di combattere le infiammazioni, il colesterolo “cattivo” e l’ipertensione arteriosa

  BLU/VIOLA - in questi vegetali vi è la presenza di antociani dalle importanti proprietà antiossidanti e altre molecole protettive di capillari e vasi sanguigni

  VERDE - il colore è dato dalla presenza della clorofilla che ha funzione antianemica, inoltre gli ortaggi verdi apportano magnesio, utile contro crampi e stanchezza, acido folico e altre sostanze attive nel drenaggio linfatico e nella depurazione

 GIALLO - in frutta e verdura gialle ci sono i carotenoidi, forti antiossidanti e antitumorali, e le vitamine A, gruppo B e C, che contrastano i processi di invecchiamento e i radicali liberi

 

Scegliere cibi di stagione è più vantaggioso per vari motivi: arrivano a maturazione naturalmente, hanno un sapore migliore, si trovano facilmente in commercio, sono più fresche ed economiche, ci offrono la giusta dose di nutrienti in relazione al clima tipico del territorio in cui viviamo e ci aiutano ad affrontare la stagione in corso.

Tra le verdure invernali, a febbraio si possono facilmente reperire broccolo, carciofo, cavolo cappuccio e porro.

Il broccolo contiene provitamina e vitamina A, B1, B2, acido folico, PP, C e K, fosforo, calcio, ferro, zolfo, potassio, rame, magnesio e iodio. Ha mucillagini, utili nel trattamento delle coliti e della stipsi, e un’alta percentuale di clorofilla, che aiuta il corpo a produrre emoglobina contrastando l’anemia. Apporta molecole antiossidanti, sulforafano, che rallenta il deterioramento delle cartilagini delle articolazioni e allevia i sintomi di artrite e artrosi, e isotiocianati, che riducono il rischio di sviluppare tumori a colon, pancreas, stomaco e bloccano la proliferazione delle cellule tumorali.

Il carciofo è ricco di potassio e sali di ferro, contiene zuccheri adatti ai diabetici e alleati della regolarità intestinale (mannite e inulina) e minerali come rame, zinco, sodio, fosforo e manganese. La cinarina è il segreto delle sue proprietà, una sostanza aromatica che gli conferisce il sapore amaro, che però viene inattivata dalla cottura. Esercita la sua azione principalmente sul fegato, è diuretico, digestivo e favorisce la secrezione biliare. L’inulina permette di abbassare i livelli di colesterolo cattivo, mentre l’acido clorogenico ha potere antiossidante e previene malattie cardiovascolari e arteriosclerotiche.

Il cavolo cappuccio contiene vitamine B1, C e K, zolfo, calcio, fosforo, rame, iodio, selenio e magnesio, che aiutano a prevenire l’osteoporosi. Le fibre di cellulosa hanno potere saziante, promuovono la motilità intestinale e combattono le ulcere duodenali. Il porro è ricco di acqua e ipocalorico, ideale nelle diete dimagranti. La silice risulta utile per l’elasticità della pelle e il benessere delle ossa, mentre l’acido fosforico è benefico per il sistema nervoso. Ha proprietà diuretiche, lassative, antisettiche, rinforza il sistema immunitario. È indicato in caso di anemia, infezioni urinarie e stipsi.

 

Tra la frutta, spiccano arancia, kiwi e pera.

L’arancia, come anche gli altri agrumi, è fonte di vitamine A, B2, B3 e C, che mantiene efficiente il sistema immunitario, previene le malattie delle prime vie aeree, favorisce l’assorbimento del ferro. I bioflavonoidi promuovono la ricostruzione del collagene, rinforzano ossa, denti e cartilagini, riducono la fragilità capillare, contrastano la cellulite. Le antocianine trattano le infiammazioni.

Le fibre contenute nel kiwi mantengono regolare l’intestino. La vitamina C contrasta gli effetti negativi dei radicali liberi e allevia i problemi circolatori. Ferro e magnesio combattono lo stress quotidiano. Il potassio contrasta la depressione e la stanchezza.

La pera è molto digeribile e poco calorica. Le fibre non solubili assorbono parte degli zuccheri ingeriti e hanno effetto pulente sull’intestino. Dato il contenuto di potassio, è ottima nelle diete iposodiche. Regola la pressione sanguigna e favorisce livelli ottimali di colesterolo.

 

Una buona alimentazione crea salute in tutti gli ambiti della nostra esistenza, perciò buon appetito!

Scrivi un commento

Vuoi lasciare un commento? Ci piacerebbe leggere la tua opinione. I commenti sono moderati. Tutti i commenti contenenti spam verranno eliminati. Mantieni uno scambio piacevole con tutti gli utenti coinvolti.