Chiudi

Cosa vuoi cercare?

Chiudi

nessun articolo da visualizzare

Product
QTÀ 0
0.00

Il mio account

Vi ponete dei limiti?

Per molti, dire no è una delle cose più difficili da fare. Ciò vale per gli amici, la famiglia e i rapporti di lavoro.

 

Le mie ragioni (personali):

 

1) La sindrome della brava ragazza

Sono una “brava ragazza” e faccio sempre quello che mi chiedono.

Voglio essere d’aiuto e fare un buon lavoro.

 

2) Timore di deludere qualcuno

Detesto quando sembra che abbia spezzato il cuore a qualcuno con il mio rifiuto.

(Oddio! Potrei morire.)

 

3) Preoccupazione per quello che diranno “gli atri”

Potrebbero pensare che non voglio fare parte del loro gruppo.

oppure

Se non lo faccio... sembrerebbe davvero brutto da parte mia.

4) Opportunità perduta

Magari non me lo chiedono più ;-(

 

5) Perfezione

Se lo faccio... sarà molto meglio.

 

 

Quindi... dire di no ha dei vantaggi?

 

SÌ!

·         Consentite di ripensare alla proposta e di presentarsi con un’opzione migliore per tutti.

·         Permettete agli altri di farsi avanti e partecipare.

·         Avrete tempo per mangiare bene, fare esercizio e schiarirvi le idee.

·         Non sarete esauriti e pieni di risentimento.

·         Amerete di più la vita.

·         Guadagnerete rispetto.

 

Consiglio n. 7 per uno stile di vita salutare | Esercitatevi a dire di no con gentilezza!

Le persone sentono la parola no e la interpretano in modi diversi.

Esistono vari approcci e il linguaggio giusto da utilizzare per ridurre al minimo il danno. Ho trovato questo testo in una pubblicazione sul linguaggio e mi è piaciuto moltissimo. *

L’approccio chiarificatore

Dite di sì troppo in fretta? Questo vi aiuta a guadagnare tempo per assicurarvi che voi e il vostro interlocutore comprendiate bene quello che è stato chiesto e quale impatto avrà su di voi.

·         Solo per chiarire, mi sta chiedendo di...?

·         Se dice che vuole che io faccia xyz, significa che...

 

L’approccio di riconoscimento

Se dite di no, il vostro interlocutore potrebbe arrabbiarsi o sentirsi frustrato. Con questo approccio, fate sapere all’altro che avete sentito e capito quello che ha detto.

·         Posso capire perché per lei è importante. Tuttavia...

·         Mi fa piacere che lei pensi che questa è la prospettiva futura. La mia sensazione al riguardo è che...

·         Accetto assolutamente quello che sta dicendo, mi sembra solo che, in questo momento, dovremmo...

 

L’approccio negoziato

Forse non è un no assoluto... Qui evidenziate cosa potrebbe andare bene per voi e poi, con cautela, spiegate quello che non va.

·         Penso che entrambi siamo d’accordo che... Tuttavia, il mio punto di vista personale è che dobbiamo...

·         Siamo d’accordo sul fatto che... Credo che non siamo d’accordo su come...

·         Sarà difficile. Invece, potrei...

·         Forse è possibile, sempre ammesso che possiamo...

 

L’approccio istruttivo

Questo lo adoro. Il vostro capo o il vostro socio vi delegano a fare qualcosa, ovviamente senza pensare a tutto il letame che già spalate per loro. Questa tattica funziona ponendo una domanda che li obblighi a rendersi conto di quello che stanno chiedendo (e, si spera, a cambiare idea senza che voi dobbiate

dire di no ;-)

·         Quanto tempo pensa che mi ci voglia per...?

·         Fino a che punto ha la priorità su quello che sto già facendo?

·         Ha pensato ad altre possibili soluzioni?

 

L’approccio network

Dovete conoscere i vostri colleghi e amici ed essere consapevoli di quello che sanno fare. Non volete fare una cosa, ma sapete che qualcuno la farebbe volentieri.

·         Non credo che avrò tempo di farlo, ma ___ le potrebbe essere d’aiuto.

·         Wow, è una bellissima opportunità per ___ che potrebbe iniziare a ___. Sarebbe felicissimo di potersi rendere utile.

 

Se desiderate avere una vita veramente sana e felice che vi soddisfi... vi sarà molto utile imparare come dire di no e fissare dei limiti. Continuate a dedicarvi a quello che vi piace e smettete di occuparvi di cose che vi mandano in bestia.

Un grande abbraccio,

Vanessa

 

*Fonte libraria sul linguaggio

Ho trovato il linguaggio in una rivista che si proponeva di insegnare alle persone di madrelingua tedesca come dire di no in Inglese sul luogo di lavoro. Mi è piaciuto moltissimo e l’ho trovato sorprendentemente adatto per i clienti con cui faccio coaching. L’originale è disponibile su Business Spotlight Magazine 2/2012. Business Skills, Saying No (Competenze imprenditoriale, dire di no). Articolo scritto da Bob Dignan.

Scrivi un commento

Vuoi lasciare un commento? Ci piacerebbe leggere la tua opinione. I commenti sono moderati. Tutti i commenti contenenti spam verranno eliminati. Mantieni uno scambio piacevole con tutti gli utenti coinvolti.